Una ballerina rotta.

C’era una volta un paio di scarpette a punta

 

C’era una volta un paio di scarpette a punta numero 35 appese al chiodo per i nastri. Sì. Avete letto bene. Appese al chiodo. Avete presente quelle fotografie di scarpette che le ballerine ormai in pensione tengono in ricordo di un glorioso passato? Quelle! Bea e Bea, pur avendo solo 6 mesi di vita, erano già state appese al chiodo ed erano destinate a una vita immobile e noiosa. Provate a immaginarvi la loro esistenza fra palcoscenici, pubblico e applausi; in compagnia di soffici e meravigliosi tutù di voile, calze di seta, e coroncine di strass.