Tv, divano, tv, divano.

C’era una volta uno zaino con due bretelle colorate

 

C’era una volta uno zaino con due bretelle colorate.

Una era piccola e bella e si chiamava Lucia, l’altro era grande e forte e si chiamava Mattia.

Mattia e Lucia si erano conosciuti alla fabbrica delle

bretelle. Lucia era stata assunta in amministrazione, Mattia era un dirigente. Mattia la notò subito, aveva una pelle color cioccolato e gli occhi dolci da cerbiatta, era impossibile non notarla. Anche Lucia si accorse subito di lui. Era una bretella grande, affascinante, con i capelli brizzolati alla George Clooney, e non passò molto tempo che lui le chiese un appuntamento. Per la loro prima uscita Lucia si preparò con emozione, era solo un aperitivo, ma dentro sentiva il fermento di quando sai che ti vedi con qualcuno di speciale. E ogni vestito che toglieva dall’armadio era troppo elegante o troppo sexy o troppo sportivo. Dopo una montagna di abiti non scelti, decise per dei jeans e tacco 12.