Per tutte le volte che non ti ho detto grazie.

C’era una volta una giraffa di nome Carlotta C

 

C’era una volta una giraffa di nome CarlottaC.

Carlotta C aveva due metri di collo e la cervicale. Carolotta + Collo + Cervicale facevano della C la sua lettera preferita ecco perché tutti la chiamavano Carlotta C. Suo marito, uno splendido esemplare di giraffa namibiana, si chiamava Gidone ed era il playboy della savana. Carlotta C e Gidone si erano conosciuti a una festa alla pozza numero cinque e fu amore a prima vista. Da quel giorno Gidone smise di correr dietro a tutte le giraffe che passavano di là e s’impegnò con la sua Carlotta C. Anche Carlotta fece lo stesso, ma la sua fedeltà non faceva notizia. Gidone e Carlotta C si scambiarono la promessa una sera di mezza estate sotto il chiarore della luna e in compagnia di familiari e amici. La cerimonia fu bellissima, i due sposini ballarono abbracciati e poi fecero l’amore per tutta la notte.

La luna di miele fu un sogno. Un resort cinque stelle, uno stagno da 200 metri tutto per loro, una cuoca a disposizione che preparava squisite cenette a lume di candela, Champagne, relax, divertimenti.